La collaborazione tra la piattaforma italiana per l’anticipo fatture online e il network di consulenza di Massimo Minolfi e Gianni Coriani offrirà uno strumento innovativo e alternativo alle imprese per rendere liquidi i propri crediti commerciali in modo rapido e flessibile.

Workinvoice, il mercato italiano dell’invoice trading (compravendita di fatture online) comunica di aver siglato un accordo di collaborazione con la Fivesixty, network di professionisti fondato da Massimo Minolfi nel 2009 per supportare gli imprenditori nella crescita e nello sviluppo continuo dell’impresa nei processi di cambiamento. L’accordo tra Workinvoice, che gestisce il mercato online per i crediti commerciali delle aziende italiane con oltre 50 milioni di fatture transate sulla propria piattaforma, e Fivesixty, che vanta un rapporto consulenziale diretto con le imprese, consentirà a Workinvoice di ampliare la base dei propri contatti nell’ambito della supply chain di gruppi industriali di medie e grandi dimensioni e permetterà a Fivesixty di ampliare la propria offerta proponendo alle aziende nuovi e flessibili strumenti per rendere liquidi i propri crediti commerciali in modo trasparente, flessibile e in tempi molto rapidi.

La collaborazione tra Workinvoice e Fivesixty aiuterà sempre più aziende a migliorare i propri flussi di cassa, avere incassi piú rapidi ed, in definitiva, migliorare il proprio capitale circolante. Workinvoice ha già collaborato con decine di aziende italiane e supporta oltre 6.000 posti di lavoro in Italia, fornendo soluzioni per ottimizzare i flussi di cassa ed interventi tempestivi a favore della crescita. Le aziende che utilizzano Workinvoice hanno infatti riportato una riduzione del proprio costo del debito fino al 30% e fatturati in crescita in media del 64%.

Il modello dell’invoice trading sta sempre più convincendo imprese e imprenditori perché, da un lato, garantisce l’anticipo di cassa immediato e – dall’altro – l’assicurazione sul mancato pagamento del proprio credito commerciale. Tramite la piattaforma di Workinvoice, infatti, l’impresa che cede a titolo definitivo le proprie fatture migliora immediatamente il proprio flusso di cassa, la propria esposizione finanziaria e, soprattutto, non deve più preoccuparsi dei mancati incassi.

Matteo Tarroni, Ceo di Workinvoice, dichiara: “Il fatto che Fivesixty, che vanta un team di manager di assoluta esperienza nel settore bancario e della consulenza, con una vasta rete di relazioni nel mondo delle imprese, abbia voluto affidarsi alla piattaforma Workinvoice per il servizio di anticipo fatture è riconoscimento del valore di una tecnologia e di un sistema innovativo che funziona. Con Massimo Minolfi, Gianni Coriani e la sua squadra condividiamo l’obiettivo di realizzare modalitá innovative anche per ottimizzare la finanza di filiera, la spina dorsale del nostro sistema economico”.

Massimo Minolfi, Fondatore di Fivesixty, commenta: “Nell’era dell’Industria 4.0 è giusto credere in una finanza alternativa, moderna, che snellisca i tempi ed agevoli le operazioni in modo flessibile ed autonomo per gli imprenditori. Crediamo molto nella piattaforma sviluppata da Matteo ed il suo team, professionisti che uniscono avanzate competenze informatiche e digital alla consolidata esperienza finanziaria nel settore bancario. Con questa vantaggiosa collaborazione intendiamo offrire nuove opportunità di finanziamento(alternative e/o complementari ai tradizionali canali) alle aziende in cerca di soluzioni immediate e a rischio zero”.

Workinvoice è stata la prima fintech company a debuttare in Italia nel 2015 e, ad oggi, è il punto di riferimento per l’invoice trading per volumi scambiati (piú di 2 milioni di euro di fatture scambiate ogni settimana), qualitá dei modelli di selezione dei rischi (recentemente presentati anche di fronte alla Capital Markets Union, l’organismo della Commissione Europea che si occupa di sviluppare soluzioni alternative per l’accesso ai capitali per le PMI) ed attrattivitá per gli investitori internazionali. La piattaforma online è molto semplice da utilizzare, non ha costi fissi, non richiede garanzie (la cessione del credito si basa principalmente sulla valutazione del rischio del debitore da parte degli investitori) e consente alle imprese di non cedere tutti i crediti, ma le singole fatture. Il meccanismo di elaborazione è immediato e, dal momento che una fattura viene caricata sulla piattaforma Workinvoice, in circa 24 ore viene verificata la qualità dei crediti da cedere ed incassato l’anticipo.

Fivesixty nasce nel 2009 da un’idea di Massimo Minolfi, a cui si affianca Gianni Coriani nel 2010, per mettere a disposizione degli imprenditori e delle imprese la propria esperienza acquisita dopo una lunga carriera ai vertici di importanti istituti bancari. Obiettivo primario è quello di affiancare e supportare – nel cambiamento – la crescita e il miglioramento continuo dell’impresa, offrendo consulenza mirata e supporto agli imprenditori e al management. Fivesixty si pone a sostegno “discreto, ma continuo”, dell’imprenditore nella pianificazione di scelte strategiche, nella formulazione di piani d’azione ed anche nella gestione “sul campo” dei processi di cambiamento, trasformando così momenti di eventuale difficoltà in opportunità. All’interno del proprio Network, il dipartimento Fivesixty Legal si occupa esclusivamente di attività stragiudiziale e, in particolare, è attiva nella consulenza ed assistenza alla contrattualistica relativa alle operazioni straordinarie di natura societaria (acquisizioni, fusioni ecc. ), di Real Estate e di ristrutturazione del debito.